I nostri ragazzi di Seconda Categoria al raduno regionale.

b2rscotrv18

Giornata intensa di lavori quella di venerdì 3 ottobre per gli arbitri appartenenti alla Seconda Categoria: per loro è ufficialmente partita la stagione 2014-2015. Agli ordini dei due componenti Simone Brotto e Marco Alessandroni, di buon mattino, i ragazzi si sono subito messi a disposizione per l’effettuazione dei test atletici curati dal referente Francesco Fagnani e del suo staff di collaboratori e per l’effettuazione dei test regolamentari.

Divisi in batterie, alcuni hanno avuto modo di iniziare il loro raduno con i 40 metri e con lo Yo-Yo Test, altri invece, sotto la guida del segretario Giuseppe Quaresima, hanno risposto al test delle canoniche e temutissime 24 domande.

Dopo l’interscambio dei ruoli e l’effettuazione del visus con il dott. Ernesto Vasselli, in tarda mattinata i ragazzi, tutti vestiti con una maglia del CRA Lazio, sono scesi nuovamente sul terreno di gioco per ascoltare le disposizioni e le linee guide volute dalla nuova Commissione: parola, infatti, ai componenti Alessandroni, Brotto e al vice presidente regionale Riccardo Tozzi.

Quest’ultimi hanno avuto modo di sviscerare ogni tematica inerente al posizionamento fin dall’ingresso in campo, per poi addentrarsi sulla questione barriere e calci d’angolo, due temi che hanno visto un equo scambio di vedute fra Commissione e ragazzi, vogliosi di apprendere le nuove direttive e consapevoli di modificare il loro atteggiamento tattico rispetto al passato.

Nel pomeriggio i lavori hanno avuto inizio con l’apertura del Presidente Regionale Luca Palanca che ha presentato la Commissione e ringraziato i Presidenti e i vari delegati sezionali presenti fin dal mattino.

Parola passata al Componente del Comitato Nazionale Umberto Carbonari, corso a porgere i suoi saluti a questi ragazzi, molti dei quali alla primissima esperienza in Regione: ha avuto modo di dare numerosi consigli, ai più giovani e ai meno giovani, li ha incitati a fare bene ascoltando la Commissione e presiedendo le riunioni tecniche sezionali, fulcro dell’arbitraggio e della crescita personale. E’ stata l’occasione, quindi, di premiare gli arbitri che si sono maggiormente distinti nelle prove regolamentari  e nelle prove fisiche.
Finiti i saluti di rito, la parola è passata ai due organi tecnici della Seconda Categoria, i già citati Alessandroni e Brotto. Dall’arrivo al campo di gioco, alle operazioni preliminari alla gara e quelle successive alla stessa, fra cui l’invio dei referti, sono state tematiche scritte nero su bianco in una guida pratica affidata ai presenti per standardizzare tutti, i neo immessi e non, dal nord al sud della Regione.

Gli obiettivi del Raduno sono stati incentrati in quasi tre ore di riunione, principalmente, su tre parole chiave: impegno, attivazione mentale e semplicità. L’impegno grazie al lavoro svolto in settimana, perchè è così che si creano i presupposti per prestazioni all’altezza del compito al quale si è chiamati a svolgere; la concentrazione da mantenere massima per tutto l’incontro, anche quando tutto sembra andare per il meglio, così da non farsi mai trovare impreparati e sorpresi; la semplicità nelle decisioni per dare credibilità, senza andare alla ricerca di interpretazioni complicate e di difficile comprensione e, quindi, di accettazione da parte di calciatori e dirigenti presenti sul terreno di gioco.

Sulla scia di questi aspetti i ragazzi hanno potuto assistere a numerosi filmati di gare di loro compagni a livello regionale, per fare scuola: solo così, anche in base alle linee guida del Settore Tecnico, presente nella figura del mentor Ivan Magnani, che si è potuta dare un’impronta formativa e univoca. Riproposta la scelta di far alzare ai ragazzi un cartellino durante la visione di alcuni episodi inerenti ai provvedimenti disciplinari, segno ulteriore del dare continuità a quanto detto precedentemente a parole con le linee guida dai due organi tecnici.

Si è concluso così un raduno innanzitutto formativo, che ha visto crescere e motivare molti ragazzi che già da questo weekend sono stati impegnati per l’inizio dei Campionati sempre più difficili.

Senz’altro la risposta è stata positiva, si può ovviamente migliorare, ma con lo spirito e la voglia che si sono viste nel raduno si può essere soddisfatti, ma ora la parola spetta al campo.
Buon campionato a tutti!

(www.cralazio.it)

Sorteggiati gli ospiti OTN per le RTO: a Civitavecchia Luca Pairetto.

2343035-pairetto

Nel corso dell’incontro fra i Presidenti di Sezione, svoltosi a Milano Marittima nello scorso fine settimana, sono stati resi noti i nominativi degli associati appartenenti agli Organi Tecnici Nazionali che parteciperanno, in base al sorteggio di assegnazione dell’AIA centrale, alle Riunioni Tecniche Obbligatorie delle 210 Sezioni italiane.

La Sezione di Civitavecchia avrà il piacere di ospitare Luca Pairetto della Sezione di Nichelino, in forza alla C.A.N. B

La data della Riunione Tecnica sarà comunicata non appena concordata con l’ospite.

Prima riunione sezionale del Calcio a 5

 

tagliataUna sala conferenze decisamente affollata ha fatto da cornice alla prima riunione sezionale del calcio a 5.

Il responsabile Antonello Viola, che in questa stagione si avvarrà della preziosa e graditissima collaborazione di Giulia Cudemo, ha impartito le prime disposizioni ai tanti arbitri che si sono avvicinati a questa particolare disciplina.

Non un ripiego rispetto al calcio a 11 ma bensì una grande opportunità che hanno a disposizione soprattutto i più giovani, come spiegato da Fabio Petroselli e Riccardo Anemone che hanno raccontato la loro positiva esperienza nel “passaggio” al calcio a 5. In queste prime settimane la sezione ha già festeggiato diversi esordi in serie C1 e l’obiettivo è riportare Civitavecchia ad un ruolo di primo piano a livello regionale come è stato in passato.

Nell’ottica di crescita a livello sezionale del calcio a 5 è molto importante anche il rientro tra gli osservatori di Pietro Burani, che vanta un prestigioso passato alla Cai 5 e che potrà fornire preziosi consigli a tutti gli associati.  Il primo incontro è servito come aggiornamento sulle modifiche al regolamento e per una “rinfrescata” sul posizionamento in campo e sul comportamento da tenere con i giocatori e con le panchine.

Un appuntamento che si ripeterà ogni mese per continuare a far crescere anche il calcio a 5 che ha un peso sempre più importante all’interno della sezione.

(nella foto Antonello Viola e Giulia Cudemo durante le premiazione della manifestazione “Un fischio tra le onde” con ospiti Nicola Rizzoli e Andrea Romeo- 2013)