Nuova stagione, nuovi esordi: Federico Sansotta

sanso

Fine settimana importante per la sezione di Civitavecchia e per i suoi Arbitri: dopo un positivo inizio di stagione, Federico Sansotta raggiunge un primo traguardo importante per la sua carriera, ottenendo l’atteso debutto in “Promozione”.

Domenica 19 Ottobre alle ore 11:00 a Roma è chiamato a dirigere infatti Vigor Perconti – Comunale di Capena, valida per la 7a giornata di andata del girone B del campionato regionale di Promozione. Il Presidente di Sezione insieme a i componenti del C.d.S. e agli Associati tutti, augurano a Federico che questa possa essere per lui una prima tappa verso traguardi piú ambiti e per i giovani colleghi un esempio da seguire.

“in bocca al lupo Fede…per la gara, ma soprattutto per una stagione ricca di soddisfazioni! ” .

Sez. AiA Civitavecchia

Stagione iniziata: venerdì 10 ottobre la prima Riunione Tecnica Obbligatoria

dbtr8

Venerdì prossimo, 10 ottobre alle ore 19:00 “si fà sul serio”.

La stagione degli Associati della Sezione AiA di Civitavecchia, inizia di fatto con la prima Riunione Tecnica Obbligatoria della stagione 2014/2015.

Il Presidente Ventolini presenterà la formazione del Consiglio Direttivo e i relativi incarichi, illustrando agli Associati le novità provinciali e regionali in programma per la nuova stagione.

L’appuntamento è per tutti gli Associati presso i locali Sezionali alle ore 19:00.

I nostri ragazzi di Seconda Categoria al raduno regionale.

b2rscotrv18

Giornata intensa di lavori quella di venerdì 3 ottobre per gli arbitri appartenenti alla Seconda Categoria: per loro è ufficialmente partita la stagione 2014-2015. Agli ordini dei due componenti Simone Brotto e Marco Alessandroni, di buon mattino, i ragazzi si sono subito messi a disposizione per l’effettuazione dei test atletici curati dal referente Francesco Fagnani e del suo staff di collaboratori e per l’effettuazione dei test regolamentari.

Divisi in batterie, alcuni hanno avuto modo di iniziare il loro raduno con i 40 metri e con lo Yo-Yo Test, altri invece, sotto la guida del segretario Giuseppe Quaresima, hanno risposto al test delle canoniche e temutissime 24 domande.

Dopo l’interscambio dei ruoli e l’effettuazione del visus con il dott. Ernesto Vasselli, in tarda mattinata i ragazzi, tutti vestiti con una maglia del CRA Lazio, sono scesi nuovamente sul terreno di gioco per ascoltare le disposizioni e le linee guide volute dalla nuova Commissione: parola, infatti, ai componenti Alessandroni, Brotto e al vice presidente regionale Riccardo Tozzi.

Quest’ultimi hanno avuto modo di sviscerare ogni tematica inerente al posizionamento fin dall’ingresso in campo, per poi addentrarsi sulla questione barriere e calci d’angolo, due temi che hanno visto un equo scambio di vedute fra Commissione e ragazzi, vogliosi di apprendere le nuove direttive e consapevoli di modificare il loro atteggiamento tattico rispetto al passato.

Nel pomeriggio i lavori hanno avuto inizio con l’apertura del Presidente Regionale Luca Palanca che ha presentato la Commissione e ringraziato i Presidenti e i vari delegati sezionali presenti fin dal mattino.

Parola passata al Componente del Comitato Nazionale Umberto Carbonari, corso a porgere i suoi saluti a questi ragazzi, molti dei quali alla primissima esperienza in Regione: ha avuto modo di dare numerosi consigli, ai più giovani e ai meno giovani, li ha incitati a fare bene ascoltando la Commissione e presiedendo le riunioni tecniche sezionali, fulcro dell’arbitraggio e della crescita personale. E’ stata l’occasione, quindi, di premiare gli arbitri che si sono maggiormente distinti nelle prove regolamentari  e nelle prove fisiche.
Finiti i saluti di rito, la parola è passata ai due organi tecnici della Seconda Categoria, i già citati Alessandroni e Brotto. Dall’arrivo al campo di gioco, alle operazioni preliminari alla gara e quelle successive alla stessa, fra cui l’invio dei referti, sono state tematiche scritte nero su bianco in una guida pratica affidata ai presenti per standardizzare tutti, i neo immessi e non, dal nord al sud della Regione.

Gli obiettivi del Raduno sono stati incentrati in quasi tre ore di riunione, principalmente, su tre parole chiave: impegno, attivazione mentale e semplicità. L’impegno grazie al lavoro svolto in settimana, perchè è così che si creano i presupposti per prestazioni all’altezza del compito al quale si è chiamati a svolgere; la concentrazione da mantenere massima per tutto l’incontro, anche quando tutto sembra andare per il meglio, così da non farsi mai trovare impreparati e sorpresi; la semplicità nelle decisioni per dare credibilità, senza andare alla ricerca di interpretazioni complicate e di difficile comprensione e, quindi, di accettazione da parte di calciatori e dirigenti presenti sul terreno di gioco.

Sulla scia di questi aspetti i ragazzi hanno potuto assistere a numerosi filmati di gare di loro compagni a livello regionale, per fare scuola: solo così, anche in base alle linee guida del Settore Tecnico, presente nella figura del mentor Ivan Magnani, che si è potuta dare un’impronta formativa e univoca. Riproposta la scelta di far alzare ai ragazzi un cartellino durante la visione di alcuni episodi inerenti ai provvedimenti disciplinari, segno ulteriore del dare continuità a quanto detto precedentemente a parole con le linee guida dai due organi tecnici.

Si è concluso così un raduno innanzitutto formativo, che ha visto crescere e motivare molti ragazzi che già da questo weekend sono stati impegnati per l’inizio dei Campionati sempre più difficili.

Senz’altro la risposta è stata positiva, si può ovviamente migliorare, ma con lo spirito e la voglia che si sono viste nel raduno si può essere soddisfatti, ma ora la parola spetta al campo.
Buon campionato a tutti!

(www.cralazio.it)