«

»

Dic 07 2017

Cura dei Particolari con Odoardo Marcellini e Domenico Trombetta

“Siete gli artefici del vostro destino”. Con queste parole il componente del CRA Lazio Domenico Trombetta ha chiuso la riunione tenuta nella sezione Aia di Civitavecchia, che ha visto protagonista anche il componente del settore tecnico, progetto Mentor e Talent, Odoardo Marcellini. Sono stati molteplici gli aspetti attenzionati nel corso della serata, da quelli burocratici a quelli tecnico-disciplinari. Grande spazio è stato dato all’identificazione dei giocatori e dei dirigenti.Marcellini e Trombetta hanno infatti insistito molto su questo argomento e chiarito ancora una volta, soprattutto per i giovani arbitri, quali sono i documenti necessari per consentire l’accesso sul terreno di gioco.Con l’ausilio di immagini ad hoc, sono state invece evidenziate diverse situazioni a cui gli arbitri devono prestare attenzione prima, e durante la gara: il colore delle maglie da gioco, il comportamento e l’abbigliamento degli assistenti di parte, il controllo delle panchine e di tutte le persone ammesse sul terreno di gioco. Tutte situazioni oggettive nelle quali è necessaria la massima concentrazione da parte degli arbitri. Marcellini e Trombetta si sono affidati al regolamento per chiarire ogni singolo dubbio degli associati civitavecchiesi, che sono stati poi chiamati ad analizzare diverse azioni, tutte accumunate dai falli di mano. Per ogni episodio mostrato in video sono state spiegate le discriminanti per arrivare a prendere o meno il relativo provvedimento tecnico e disciplinare. Importante anche il passaggio sul comportamento e sulla gestualità da adottare quando devono essere sanzionati i giocatori, dal singolo fallo a situazioni più complicate e potenzialmente pericolose come la mass confrontation. Oltre alla preparazione atletica, Marcellini e Trombetta si sono infine soffermati anche sul ruolo fondamentale della sezione: il luogo dove ogni arbitro svolge “l’allenamento tecnico” che serve per crescere e migliorarsi grazie all’analisi e alla comprensione degli errori e al confronto con i colleghi. Il Presidente Ventolini ha ringraziato gli amici Marcellini e Trombetta per la bellissima riunione,  ricca di numerosi  aspetti che ogni domenica si vengono a creare sui campi di gioco , indispensabili per la crescita dei propri ragazzi.